Giacomo Vezzani

EMPORIO MARKET SOLIDALE SI RACCONTA A GENERAZIONE PARMA

Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali

Il quartiere Montanara ospita la struttura più grande e rifornita non solo del territorio locale, ma anche di quello nazionale: l’Emporio-Market Solidale di Via Veterani dello Sport, 3 a Parma. Il cuore di questo progetto (Odv), ad opera di volontari in collaborazione con enti privati e catene di distribuzione alimentare, pulsa intorno ai valori dell’accoglienza e dell’ascolto per “tutte quelle famiglie (attualmente 1300 tra Parma e provincia) che si trovano in condizioni di temporanea fragilità e indigenza, alle quali viene data la possibilità di accedere gratuitamente a beni di prima necessità, tra i quali i beneficiari possono liberamente scegliere in base ai propri gusti ed esigenze in un contesto analogo a quello di un supermercato”.

Un lavoro straordinario quello svolto dal Presidente Giacomo Vezzani e dalla sua squadra di volontari (65 in totale) che riporta l’attenzione sul tema della gerarchia dei valori e sul capitale umano come unica priorità di una società evoluta e civilizzata senza dimenticare la sfida quotidiana della prevenzione e della lotta allo spreco. 

L’opera di bene non si limita unicamente al sostentamento alimentare, ma coinvolge a catena il tema dei servizi educativi, del lavoro come un diritto imprescindibile e dello scarso coordinamento con le infrastrutture locali, che potrebbero avvalersi dello straordinario modello operativo dell’Emporio per conoscere realmente i propri concittadini e per imbroccare una strada nuova: quello della collaborazione con queste Odv, affinchè l’intervento istituzionale possa essere decisivo e mirato.

Giacomo ha sottolineato che, a differenza di altre, la realtà parmigiana beneficia di molti appoggi, fra i quali le grandi catene di distribuzione alimentare, i privati cittadini e Fondazione Cariparma ed è per questa ragione che si possono concedere alcune libertà, tra cui quella di acquistare direttamente ciò di cui necessitano.

In seguito ad alcune riflessioni condivise, Giacomo ci ha mostrato diverse potenzialità sviluppabili del progetto, rimarcando tuttavia l’impossibilità di concretezza per mancanza di tempo, in quanto la mole di lavoro quotidiana costringe lui e i suoi volontari a una dedizione totale.

“L’attenzione e l’ascolto sono le fondamenta di un’amministrazione etica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.